Le misure per finanziare ed accelerare la costruzione delle infrastrutture strategiche in Italia

I Governi Berlusconi, Monti, Letta e Renzi, e il Parlamento, hanno approvato a partire dal 2011 una lunga serie di nuove regole per modificare i meccanismi attraverso cui in Italia vengono decise, progettate e soprattutto finanziate le infrastrutture strategiche, le c.d. “grandi opere”; una analisi degli effetti negativi che queste regole creano in termini di nuovo indebitamento pubblico occulto, smantellamento dei vincoli, sviamento di risorse, ulteriore distorsione delle modalità storiche di realizzazione delle opere pubbliche

Categoria documento: 
Programmazione, gestione, costi, finanziamenti, conseguenze
Data pubblicazione: 
16 Marzo 2015